EVO_Train Design

Il progetto EVO - anno 2005

Nasce dalla collaborazione di tre ragazzi Laureandi presso la facoltà di Architettura del politecnico di bari - corso di Laurea in Industrial Design. (relatore Arch. Roberto Perris) 

Il progetto nasce dall'idea, dopo attente valutazioni,  di poter far viaggiare sulle tratte notturne i diversamente abili su carrozzina (il sistema è adattabile anche sui treni a tratta giornaliera).

Ad oggi, data in cui scrivo, non è ancora possibile far viaggiare su tratte lunghe e notturne coloro obbligati a muoversi su carrozzina per impedimenti motori e il tutto per mancanza di quella che concerne la famosa accessibilità al treno stesso.

La mancata accessibilità riguarda gli accessi e i percorsi all'interno della struttura del treno notturno (vedi es. le cuccette).

Di seguito si postano delle foto a dimostrazione visiva di quella che era l'idea/progetto di EVO, un progetto durato 9 lunghi mesi dove sono state affrontate le problematiche relative, appunto, gli accessi al treno, le camere per l'alloggio dei diversamente abili, dei servizi e dei percorsi interni, mirando il servizio anche a colui che accompagna il soggetto disabile.

Qui nessuno ha la pretesa di saper cose che altri non sanno o di aver inventato soluzioni che altri non hanno inventato.

La nostra, la mia personale, era solo una mera volontà di aiutare mediante il design, propriamente detto, a dare nuove indicazioni e sviluppi al fine di dare la possibilità di viaggiare in treno, la notte, ad una categoria di persone specifiche che lottano ogni giorno con disabilità motorie che non permettono loro di usufruire, nella fattispecie, di un servizio di trasporto quale appunto il TRENO!!!.. 

 

Un saluto al mitico gruppo #vorreiprendereiltreno

 

GianfrancoPalmisanoDesigner